.
Annunci online

  Super [ Il blog per gli sportivi e non solo ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


VISITATELI TUTTI

The Best
Il sito della mitica inter
Anti-milan
Anti-milan2
Sito di calciomercato
Anti-juve
Motore di ricerca x materiale gratis
Spaghettina Funk
Walter
Un amico juventino
Fly
IlGirasole
Pensar
Watchdogs
Gigio
Kanny
Sergio
Nio
LeCoseDaDire
Bulletta
AppuntiDalWeb
PrincipessaZaffiro
Specialk
ViolaForever
ORDINARY LIFE
Alby
Stefanosoro
Gameseco
Hitman
Fenix
Fanfan
Chico75
Divano
GAVIN DE GRAW - CHARIOT
Studioesvago
Glisvaghidellostudente
Angolodelliceale
Juventinomai
Itri
Rustu
DiTuttoSuTutto
CastenasoForever
TotoArte
AndreaDiDue
Serafico
Amicizia4ever
Melamelinda
Pausacafe

cerca
letto 191392 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


16 agosto 2006

visitatelo tutti!!!

visitate:
http://digilander.libero.it/calciomercatowebte :




permalink | inviato da il 16/8/2006 alle 15:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


14 agosto 2006

CERCATE QUALSIASI COSA

Google




permalink | inviato da il 14/8/2006 alle 14:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


31 luglio 2006

Ibra, Juve fissa il prezzo: 40 mln

E' derby Inter-Milan per lo svedese

Ibrahimovic (AFP)
La Juventus non si rassegna a perdere Zlatan Ibrahimovic, ma è anche consapevole che il giocatore vuole andarsene per non giocare in serie B. Inter e Milan sono da tempo sulle sue tracce e hanno già il sì del giocatore. In casa bianconera, quindi, è stato fissato il prezzo del bomber svedese: 40 milioni di euro. In settimana la Juve tenterà di convincere Ibra con un'offerta di 5 milioni di euro a stagione.
Da un lato la volontà di trattenere un giocatore giovane, dal carattere difficile ma pur sempre in grado di deliziare i tifosi con numeri d'alta scuola, dall'altra la consapevolezza che lo stesso ha poca voglia di cimentarsi con il campionato di serie B, anche se solo per una stagione. Il futuro di Zlatan Ibrahimovic è ancora una grande incognita e solo in settimana ne sapremo di più. La dirigenza bianconera, infatti, si ritroverà con il procuratore dello svedese per discutere il rinnovo del contratto, nodo cruciale per avere qualche possibilità di convincerlo a rimanere. Alle condizioni attuali (meno di 2 milioni di euro a stagione) Ibra non vuole nemmeno prendere in considerazione l'ipotesi non solo di giocare nel campionato cadetto, ma soprattutto di non giocare più nella Juve. Le pretendenti non gli mancano di certo, a partire dalle due milanesi, Inter e Milan, che potrebbero dare vita a un derby di mercato senza esclusione di colpi. Ma la Juve non ha intenzione di fare nessuno sconto, anzi. Secondo "La Gazzetta dello Sport", da ambienti vicino al club torinese è trapelato l'ammontare della richiesta per il giocatore, prelevato due anni fa dall'Ajax per 15 milioni di euro: la cifra richiesta sarebbe 40 milioni di euro, tuttaltro che briciole con i tempi che corrono.




permalink | inviato da il 31/7/2006 alle 22:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 luglio 2006

Fifa: due giornate a Materazzi

Fifa: due giornate a Materazzi

A Zidane tre turni per la testata

Dopo aver valutato attentamente la situazione ed ascoltato Marco Materazzi lo scorso 14 luglio e nella giornata di giovedì Zinedine Zidane, presso la sede di Zurigo, la commissione disciplinare della Fifa ha deciso di comminare una squalifica di tre giornate all'ex capitano della nazionale francese e due al difensore azzurro in merito alla testata di Zidane "provocata" da Materazzi. I due pagheranno anche un'ammenda.(Ansa)
Francamente sconcertante, era nell'aria è vero, ma pensare ad una decisione in tal senso è difficile da digerire. L'aggredito trattato come l'aggressore, perchè questo è in pratica il significato della sanzione inflitta dalla Fifa a Marco Materazzi e a Zinedine Zidane. Due e tre giornate con rispettivamente 5.000 e 7.500 franchi svizzeri d'ammenda per i due a sancire una ingiustizia che non deve essere ricercata nell'eccessivo patriottismo, ma che nasce dalla necessità di scindere tra il danno teorico o morale di una ingiuria e quello ben più grave frutto di un gesto violento, gratuito e di cattivo esempio. E a dimostrare ancora di più l'inconcepibile presa di posizione della Fifa è il fatto che la punizione di Materazzi come "provocatore" non ha precedenti, perchè mai il massimo organismo internazionale si era preso la briga di ritenere colpevole chi ha subito un danno. Aveva lasciato impunito Poulsen nella vicenda Totti a Euro 2004 e questo alimenta il rancore per una federazione che non gestisce le cose in maniera equa. Platini, braccio destro dell'eminenza grigia del calcio Joseph Blatter, aveva preteso l'inchiesta, accontentato, ingiustizia è fatta!
Lo sberleffo della vittoria ottenuta dall'Italia ai rigori sull'amata Francia non dev'essere andata giù a "Le roi" che ha gustato la vendetta fino alla sentenza che ha davvero dell'incredibile. E se Materazzi, ammmesso che debba pagare, per qualche parola di troppo, che la pena di Zidane sia resa quantomeno proporzionale a quella dell'azzurro. Una giornata di stop e 2.500 franchi svizzeri in più come punizione non rendono giustizia al gesto perpetrato, nè tantomeno restituiranno mai l'immagine ultima di Zidane come campione pulito, nè vendicheranno la Francia della sconfitta Mondiale, qui c'è solo l'intenzione di alleggerire la posizione di un giocatore che ha ricevuto dalla stessa Fifa il pallone d'oro dei mondiali che forse avrebbe meritato qualcun altro, campione nel campo, campione anche fuori. Materazzi salterà le prime due gare di qualificazione ad Euro 2008 con la Lituania a Napoli il 2 settembre e con la Francia a Parigi il 6 settembre, ma ci sarà al ritorno pronto a vendicare e solo in senso sportivo, il torto subito.




permalink | inviato da il 20/7/2006 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


10 luglio 2006

CAMPIONI DEL MONDO!!!


CAMPIONI DEL MONDO!!
CAMPIONI DEL MONDO!! CAMPIONI DEL MONDO!!




permalink | inviato da il 10/7/2006 alle 14:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


9 luglio 2006

Daje Azzurri!!!

Ciao a tutti eccomi tornato!
Oggi sono emozionatissimo, non vedo l'ora che siano le 20 per potermi godere la finale della più blasonata competizione mondiale di calcio. Era dal 94' che non andavamo in finale, da quel calcio di rigore tirato male da Roby Baggio, ma adesso siamo di nuovo lì ad avere l'occasione di alzare la Coppa del Mondo, un'occasione che non bisogna fallire.
Questa volta comunque sono davvero molto ottimista, ho visto la nostra nazionale giocare in un modo eccezionale, questa volta lo devo dire "Siamo davvero i più forti", ci meritiamo di vincere, ma ci meritavamo di vincere anche ad Euro 2000 sempre contro la Francia, ma li ci si mise contro la sfortuna. Dopo essere stati in vantaggio per una partita intera con il gol di Delvecchio, arriva il gol al 90' di Sylvain Wiltord e nei tempi supplementari c'è la beffa completa con il golden gol di Trezeguet.
Ma adesso siamo pronti a vendicarci, dobbiamo chiudere presto la partita e fargli vedere che siamo i più forti!
Dai Forza Azzurri!!!! Portate questa Coppa a casa ed entrate nella storia!!!




permalink | inviato da il 9/7/2006 alle 12:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


17 maggio 2006

Barcellona sul tetto d'Europa


Il Barcellona è campione d'Europa. A Parigi, dopo una straordinaria finale di Champions League, gli spagnoli hanno battuto di rimonta l'Arsenal per 2-1. Gli inglesi, nonostante siano rimasti in 10 dopo appena 18' per l’espulsione di Lehmann, passano in vantaggio al 37' con Campbell. Nella ripresa, al 76' Eto'o trova il pareggio e all’81' decide una rete del brasiliano Belletti subentrato a gara in corso.

BARCELLONA-ARSENAL 2-1

Reti: 37' Campbell, 76' Eto'o (B), 81' Belletti

FORMAZIONI:
Barcellona: 1 Victor Valdes, 23 Oleguer 71' Belletti), 4 Rafael Marquez, 5 Carles Puyol (c), 12 Giovanni van Bronckhorst, 20 Deco, 15 Edmilson 46' Iniesta), 17 Mark van Bommel (61' Larsson), 8 Ludovic Giuly, 9 Samuel Eto'o, 10 Ronaldinho. All. Frankie Rijkaard
Arsenal: 1 Jens Lehmann, 27 Emmanuel Eboue, 28 Kolo Toure, 23 Sol Campbell, 3 Ashley Cole, 7 Robert Pires (19' Almunia), 19 Gilberto Silva, 8 Fredrik Ljungberg, 15 Cesc Fabregas 75' Flamini), 13 Alexandr Hleb, 14 Thierry Henry (c). All. Arsene Wenger
Ammoniti: Eboue, Cole per gioco scorretto; Oleguer per gioco scorretto, Larsson per comportamento scorretto
Espulso: 18' Lehmann per fallo da ultimo uomo.
Arbitro: Terje Hauge (Nor)

GOL, OCCASIONI E MOMENTI CLOU:
3' ARS: splendida azione di Eboue che mette al centro per Henry che con un tocco di classe si trova solo davanti a Valdes, bravissimo a chiudergli lo specchio in  uscita.
4' ARS: sugli sviluppi del calcio d'angolo, Gilberto Silva calcia dalla distanza e ancora una volta Valdes è bravissimo a respingere.
8' BAR: Giuly si defila sulla destra e da posizione angolata lascia partire un tiro che Lehmann blocca in due tempi.
12' BAR: punizione a girare dalla distanza di Ronaldinho che termina fuori.
17' BAR: l'Arsenal perde palla acentrocampo e Deco prova la conclusione dalla distanza ma Lehmann blocca sicuro.
18' BAR: momento clou. Lehmann si fa superare in uscita da Eto'o e lo stende. Giult raccoglie palla e conclude a rete ma l'arbitro annulla ed espelle il portiere.
22' BAR: sulla punizione dal limite, Ronaldinho sfiora il palo con Cole proteso in tuffo a deviare di testa.
37' ARS: Toure conquista una punizione dal vertice destro. Henry mette al centro il pallone e Campbell svetta in maniera imperiosa anticipando tutti e mettendo alle spalle di Valdes per il vantaggio dei Gunners.
47' BAR: grande numero di Eto'o che si gira in un fazoletto e calcia una sassata che Almunia devia sul palo.
SECONDO TEMPO
48' BAR:
tiro dalla distanza di Deco che Almunia blocca in due tempi con qualche problema.
53' BAR: azione solitaria di Iniesta che tira dal limite ma Almunia si distende a blocca sicuro.
63' ARS: ripartenza dell'Arsenal con Henry che serve Hleb il cui tiro dal limite dell'area esce di poco.
67' ARS: azione sulla sinistra di Ljundberg che da dentro l'area prova il sinistro sul quale Valdes si supera.
70' ARS: straordinaria fuga di Henry che però si fa parare da Valdes il diagonale dal limite dell'area.
76' BAR: lancio illuminante di Ronaldinho con Larsson che fa un velo per l'accorrente Eto'o che controlla di sinistro e a tu per tu con Almunia non sbaglia il gol del pareggio.
81' BAR: azione straordinaria di Belletti che entra di forza sulla corsia destra e viene servito da Larsson. Il brasiliano controlla e scaglia con potenza un destro che passa sotto il corpo di Almunia per il vantaggio spagnolo.




permalink | inviato da il 17/5/2006 alle 22:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa


17 maggio 2006

Henry vs Ronaldinho

Barca-Arsenal notte da Champions

Sfida tra i debuttanti Ronaldinho-Henry

Va in scena nell'affascinante Parigi, allo Stade de France, l'atto finale della Champions League 2005/2006. A contendersi la Coppa dalle grandi orecchie Barcellona e Arsenal con i catalani che non giocano una finale di Coppacampioni dal lontano 1994, mentre i "Gunners" sono al loro primo tentativo di conquistare il trofeo più prestigioso d'Europa. Prima assoluta anche per gli attesissimi campioni Ronaldinho e Henry.
Un sogno che durerà una notte, un verdetto inappellabile, la Coppa dei Campioni sarà lì a bordocampo a guardarli mentre si sfidano riflettendone colori ed immagini, sguardi e pensieri attraverso il suo argento luccicante ed alla fine deciderà dove andare. Spagna o Inghilterra, Barcellona o Arsenal per una sfida dalle motivazioni particolari con i blaugrana che non disputano una finale della maggiore competizione europea dal lontano 1994, mentre per i "Gunners" sarà una prima con o senza repliche questo si vedrà. E non solo la gara si presenta spettacolare grazie al blasone che accompagna le due squadre, ma soprattutto sarà interessante per merito dei protagonisti che scenderanno in campo da una parte e dall'altra. L'esperienza, il calcio tecnico e l'allegria dei blaugrana, si confronteranno con il talento, la gioventù e la praticità dei "Gunners". Due nomi, invece, daranno vita alla sfida nella sfida: Ronaldinho, il calcio che ride, il numero uno al mondo è pronto al duello senza esclusione di colpi con Thierry Henry, tutto classe ed eleganza. Sembra strano che questi due campioni si trovino di fronte come debuttanti in una finale Champions nel tentativo di realizzare un sogno che li accompagna da quando si sono affacciati al grande calcio, perchè potrebbero trovarsi compagni di squadra nella prossima stagione, perchè potrebbero essere ancora avversari, perchè questa è la loro occasione di conquistare la Coppa dei Campioni.
LE PAROLE DEI MISTER:
Rijkaard (Barcellona):
"Noi strafavoriti? Pensarlo davvero sarebbe un grande errore. I vantaggi psicologici, in realtà, sono trappole. L' Arsenal, poi, è una signora squadra, non è solo Henry. Basterà segnare un gol più di loro. Dico sempre che il calcio è un gioco serio, significa che bisogna godere del momento e giocare con allegria. La cosa seria è il lavoro, il cameratismo, la tattica. Messi? Vedremo, migliora e siamo contenti, ma è da poco che si allena col gruppo, deciderò all'ultimo".
Wenger (Arsenal):
"Per noi si tratta di una sfida appassionante: il Barcellona ha un albo d'oro da far impallidire qualsiasi avversario ed è il favorito dai pronostici. Ha giocatori di grandissimo valore ed ha effettuato nella stagione un percorso esemplare".
Le probabili formazioni di Barcellona-Arsenal
Barcellona (4-3-3): 1 Valdes, 23 Oleguer, 5 Puyol, 4 Marquez, 12 Van Bronckhorst, 24 Iniesta, 15 Edmilson, 20 Deco, 8 Giuly, 9 Eto'o, 10 Ronaldinho. (25 Jorquera, 2 Belletti, 6 Xavi, 17 Van Bommel, 3 Motta, 7 Larsson, 14 Ezquerro o Messi). All.:Rijkaard
Arsenal (4-5-1): 1 Lehmann, 27 Ebouè, 28 Tourè, 23 Campbell, 3 Cole, 13 Hleb, 15 Fabregas, 19 Gilberto Silva, 8 Ljungberg, 9 Reyes, 14 Henry. (24 Almunia, 20 Senderos, 36 Djorou, 16 Flamini, 7 Pires, 10 Bergkamp, 11 Van Persie) All.: Wenger
Arbitro: Hauge (Nor)




permalink | inviato da il 17/5/2006 alle 14:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


17 maggio 2006

Calciopoli: spunta anche il doping

(Infophoto)
Non si ferma l'indagine che sta facendo tremare il mondo del calcio. Oggi, a Napoli i pm Beatrice e Narducci incontreranno i colleghi delle Procure di Roma e Torino per fare il punto della situazione, mettendo a reciproca disposizione il materiale raccolto. Intanto, dall'inchiesta emerge un nuovo aspetto inquietante: telefonate di Moggi al segretario del Coni Pagnozzi per "aggirare" la normativa antidoping. 
Non solo arbitri, sorteggi e partite truccate. Un nuovo colpo di scena entra, di forza, nell'inchiesta condotta dalla Procura di Napoli: a far tremare Luciano Moggi, questa volta, sono le intercettazioni che rivelano pressioni direttamente su un membro del Coni per "influenzare" l'antidoping. Il testo delle telefonate dell'ex dg bianconero a Pagnozzi, il segretario del Coni, è stato messo in onda martedì sera dal programma di Rai 3 "Ballarò": La Juve ha un problema con un giocatore, che sarebbe dovuto andare in Nazionale e giocare l'amichevole tra Italia e Finlandia a Messina, che ha assunto un farmaco (probabilmente una pomata) soggetto a restrizione d'uso e per il quale c'è bisogno di una nuova notifica giustificativa, che il club bianconero non ha presentato. Il giocatore, quindi, rischierebbe la positività all'antidoping, con conseguente immediata sospensione dell'attività e soprattutto nuovo scandalo sulla Juventus, allora nel pieno della bufera per il processo doping. Moggi, per risolvere la faccenda, si rivolge direttamente a Pagnozzi, che tra un insulto e l'altro, "risolve il problema". Proprio per acquisire la documentazione relativa alle esenzioni terapeutiche, martedì i carabinieri del nucleo operativo di via in Selci sono andati alla commissione antidoping del Coni.
Intanto, oggi le Procure di Napoli, Roma e Torino si incontreranno per dare nuovo impulso alle inchieste: potrebbe infatti essere il momento giusto per un prezioso scambio di informazioni e di intercettazioni, perché alla Procura di Napoli molto materiale potrebbe finire nell'inchiesta romana relativa alla Gea. I pm Palamara e Palaia, infatti, sinora hanno lavorato solo sulle intercettazioni giunte da Torino e non è da escludere che per gli indagati Gea il capo d'imputazione possa essere cambiato: da illecita concorrenza con minaccia e violenza a frode sportiva e associazione a delinquere. Senza contare che anche Torino potrebbe chiedere a sua volta l'acquisizione di atti per riaprire le indagini.




permalink | inviato da il 17/5/2006 alle 14:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


14 maggio 2006

SONO TORNATO

VISITATORI DEL MIO BLOG, NON SO SE VI RICORDATE QUANDO IO PARLAVO CONTRO MOGGI E LA JUVENTUS E VOI DICEVATE CHE ESAGERAVO...
BEH, CHI AVEVA RAGIONE ???




permalink | inviato da il 14/5/2006 alle 9:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio       



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati da internet e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all’interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica l’approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Eventuali commenti rilasciati nei post che ledono l’immagine e/o l’onorabilità di persone terze, che diffondono materiale pedo-pornografico e/o razzista e/o incitante alla violenza e/o a intento gravemente diffamatorio, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se tali commenti sono espressi in forma anonima o criptata. In ogni caso i commenti anonimi saranno sottoposti a controllo preventivo e se conterranno argomenti offensivi o volgari verranno inevitabilmente cancellati. Qualora si dovesse usare materiale protetto da copyright, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà all’immediata rimozione. Inoltre ogni lesione della dignità del proprietario o violazioni della privacy di questo blog, soprattutto nella manipolazione dei testi contenuti con la diffusione dei tali a scopo diffamatorio, saranno perseguiti a norma di legge.